English version English version

Progetto FITS.ME (Flexible Indoor Tracking System for Medical Environments)
Project FITS.ME (Flexible Indoor Tracking System for Medical Environments)

Descrizione del Progetto di Ricerca

Il progetto FITS.ME mira a progettare ed implementare un sistema integrato in grado di facilitare l’orientamento degli utenti all’interno di edifici di grandi dimensioni, ovviando in maniera intuitiva ed efficace al disorientamento che questi spesso lamentano muovendosi all’interno di strutture estese e complesse (ad es. ospedali, uffici pubblici, edifici storici e grandi musei). Il sistema si dimostrerà particolarmente utile ed efficace per quegli utenti che manifestano ridotte capacità di orientamento (es. disabili, anziani, degenti ospedalieri). Il progetto prefigura lo sviluppo di un dispositivo interattivo indossabile innovativo (Dispositivo Indossabile di Posizionamento o DIP), dotato di interfacce di tipo vibro-tattile.



Partners



Lifetronic

Capofila del progetto, ha esperienza pluriennale nella programmazione di sistemi di automazione a servizio di attività quotidiane. Quindi conosce bene sia gli aspetti tecnici necessari a eseguire la programmazione e l’integrazione di diversi sistemi, ma anche gli aspetti legati alla fruibilità dei servizi in modo da garantirne un’efficace entrata sul mercato. Le risorse coinvolte nella parte di ricerca sono Alessandro Ruggeri con la sua esperienza di sviluppo, programmazione e integrazione di sistemi di diversa tipologia, e Carlo Bruno, specializzato nella programmazione di sistemi client-server.



Laboratorio HIIS (Human Interfaces in Information Systems) dell' Istituto di Scienza e Tecnologie dell' Informazione "A. Faedo" (ISTI) del CNR di Pisa

Fornirà competenze nell’ambito di sistemi capaci di distribuire interfacce utenti su dispositivi multipli, anche caratterizzati da diverse modalità di interazione, e soluzioni per l’adattamento dinamico di applicazioni interattive alle risorse di interazione dei dispositivi disponibili. Di particolare rilevanza per questo progetto è l’esperienza del laboratorio in guide mobili con varie esperienze nell’ambito museale e nel supporto di utenti non vedenti in movimento, anche usando feedback vibro-tattile.



TERTIUM Technology

L’esperienza e le competenze di TERTIUM Technology che saranno sfruttate nel progetto riguardano la progettazione e lo sviluppo di: antenne e circuiti RF, schede micro controllate a bassissimo consumo, firmware di gestione e controllo di sensori e attuatori, gestione di protocolli radio standard quali Wi-Fi, Bluetooth, Bluetooth Low Energy, iBeacon, IEEE 802.15.4, RFID ISO 15693 - ISO 14443 – NFC - EPC C1G2, gestione di interfacce di rete Ethernet e di sistemi di alimentazione POE.



Virtualis

I fondatori ed i tecnici di Virtualis hanno esperienza pluriennale nei settori di sviluppo software ed impiantistica wireless, con particolare riferimento a soluzioni di telecomunicazioni in ambito aziendale. Il ruolo di Virtualis sarà quello di curare gli aspetti legati allo sviluppo della parte mobile, quindi di integrazione delle applicazioni smartphone tra il DIP ed il software centralizzato, contribuendo con la sua esperienza anche alla definizione dell’architettura nel suo insieme.






Progetto co-finanziato dalla Regione Toscana nell' ambito del Bando 2: Progetti di ricerca e sviluppo delle PMI


Ultimo aggiornamento: Venerdì 3 Febbraio 2017